Il Progetto Network Etico


Nasce il 12 Marzo 2007 grazie allo sforzo aggregativo di un nucleo originario di 23 Cooperative Sociali che, credendo in un progetto che andava ben oltre la propria dimensione imprenditoriale, hanno posto le basi per un’iniziativa di rete sociale, aggregazione e confronto reciproco. Network Etico nasce dall’esigenza di rafforzare le sinergie, l’interazione e il coinvolgimento delle cooperative operanti nel settore socio-sanitario con l’obiettivo di offrire a ciascuna di esse la possibilità di esprimere le proprie potenzialità, condividere competenze e buone pratiche.

I concetti di rete, integrazione, trasparenza, confronto, condivisione e comunicazione si sono progressivamente affermati quale substrato dell’intero progetto.

Dopo solo un anno dalla nascita del progetto Network Etico, il 28 marzo 2008 i Presidenti di 44 Cooperative sociali si riunivano in sede notarile per costituire formalmente il Consorzio Territoriale Network Etico Italia società cooperativa sociale consortile ONLUS.

Come prescritto dalla normativa è stato istituito il Consiglio di Amministrazione e sono state individuate le funzioni di Presidente, vice Presidente e Amministratore Delegato. Gli organi direttivi del Consorzio sono lo specchio non solo della portata territoriale ma anche della tipologia di aziende consorziate (Cooperative sociali di tipo A e di tipo B). Non ultimo si è provveduto a nominare il collegio dei sindaci revisori. La costituzione formale del Consorzio ha consentito di consolidare i concetti originari alla base del progetto aumentando la visibilità e il peso imprenditoriale del nuovo soggetto e di tutte le ditte consorziate. L’obiettivo è rimasto il medesimo ovvero mettere insieme professionalità, storie, competenze sociali, verso il consolidamento di un modello sociale innovativo, coerente e capace di rispondere ai bisogni multifattoriali dei servizi di aiuto alla persona.

Il Consorzio intende porsi sul mercato dei servizi sociali come una realtà diversa dal consueto, un soggetto imprenditoriale che sappia coniugare nello stesso tempo ideali sociali e spirito di iniziativa imprenditoriale. Ha soggettività giuridica e supporta le Cooperative socie nella partecipazione a gara d’appalto pubbliche e procedimenti di affidamento di servizi socio-assistenziali e socio-sanitari avvalendosi del supporto di un Centro Servizi dotato di risorse e professionalità nel campo amministrativo, giuridico, progettuale, formativo, qualità e sicurezza.

In caso di aggiudicazione, si avvale dell’opera delle cooperative associate ma resta titolare dei contratti d’appalto (general contractor), quindi il soggetto su cui ricade la responsabilità delle forniture. Conseguenza è la crescita imprenditoriale delle imprese aderenti espressa in termini di maggiore consapevolezza imprenditoriale e acquisizione di competenze. L’organigramma consortile è stato oggetto di un intervento di decentramento finalizzato a potenziare la capacità di controllo e supervisione sui territori sede dei servizi gestiti.  Il nuovo assetto organizzativo determina sostanziali modifiche anche nei termini della rappresentanza legale consegnata, con delega separata, a tutti i consiglieri di amministrazione.


Il Consorzio NET eroga servizi socio-assistenziali e socio-sanitari in forma pubblica e/o privata. Le attività si svolgono prevalentemente nell’ambito dei servizi sociali complessi e della loro innovazione e riqualificazione in convenzione con le Pubbliche Amministrazioni e le Aziende Sanitarie Locali.

Tra i servizi gestiti individuiamo l’area dei minori, l’area della disabilità, l’area e l’area degli anziani.

  • Servizi per la prima infanzia (asilo nido, spazio bambini, centro gioco, sezioni primavera). Gestione di servizi socio-educativi rivolti alla prima infanzia mirati a offrire interventi educativo-formativi, lo sviluppo armonico della personalità, un processo di crescita educativa che coinvolge famiglie, operatori e la comunità locali.
  • Servizi per minori e per famiglie (ludoteca, centro di aggregazione sociale, biblioteche comunali, servizi socio-educativi, servizi mensa scolastica, doposcuola, centro affidi, sportelli di ascolto, Centri per la famiglia). Rientrano in questo ambito i servizi a supporto delle fasce giovanili e delle loro famiglie. Sono servizi che assumono una funzione non solo di presa in carico del disagio ma anche di prevenzione primaria.
  • Servizi per persone con disabilità (gestione P.P. L.162/98, Assistenza scolastica specialistica, centri diurni, Progetti di sostegno per la salute mentale). Servizi pensati e progettati per favorire il benessere delle persone con disabilità con particolare attenzione allo sviluppo delle autonomie, delle relazioni sociali e progressivo inserimento all’interno delle dinamiche sociali ed economiche del territorio di riferimento.
  • Servizi per anziani (Assistenza domiciliare, comunità alloggio, comunità integrate, centri di aggregazione). Servizi per coloro che non sono più giovani e che necessitano di un supporto per poter continuare a vivere nel proprio domicilio o che, non potendo più farlo, sono costretti a ricorrere all’istituzionalizzazione.
  • Azioni di supporto ai servizi sociali. Rientrano in questa categoria molteplici azioni di recente implementazione progettate per supportare e sostenere gli Uffici Sociali Comunali che vivono oggi una crescente attribuzione di incarichi, procedimenti e responsabilità con relativo incremento dei carichi di lavoro. Servizi di affiancamento e a supporto all’Ufficio di Piano, servizio sociale professionale, servizi di potenziamento PUA, costituzione equipe di valutazione multidimensionale dei bisogni e dei servizi per la presa in carico dei nuclei familiari beneficiari del sostegno inclusione attiva/reddito di inclusione e promozione di accordi di rete, servizi di governance, nuclei di valutazione progetti Home Care Premium.

Tra le figure impegnate in queste aree operative: Operatori Socio Sanitari (semplici e specializzati), addetti ai servizi di base, Assistenti Sociali, Psicologi, Infermieri Professionali, Terapisti della Riabilitazione, Geriatri, Educatori Professionali, Esperti in educativa di strada, Pedagogisti, Assistenti all’infanzia, Cuochi, Animatori qualificati, Ludotecari, Autisti. I servizi sono erogati con il coinvolgimento delle risorse della comunità in cui si cala l’intervento e, in special modo, dei portatori d’interesse, delle famiglie, delle associazioni di rappresentanza, dei volontari e degli Enti con finalità solidaristiche.


Ad oggi il Consorzio Network, per il tramite delle Cooperative consorziate, è impegnato nella gestione di oltre 100 servizi socio-assistenziali e socio-sanitari. Gli standard qualitativi di tale approccio volto alla co-progettazione degli interventi riguardano i seguenti fattori qualitativi:

  • Applicazione puntuale del CCNL di riferimento delle Cooperative Sociali;
  • Tutela e salvaguardia del benessere psico-fisico degli operatori impegnati nei servizi;
  • Realizzazione di ogni servizio nel rispetto delle linee guida dettate dall’Ente committente, requisiti del capitolato speciale d’appalto e dei contenuti del progetto tecnico presentato in sede di gara;
  • Costante supervisione professionale del personale;
  • Applicazione costante delle procedure di lavoro proprie del Sistema di Gestione per la Qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001 e altre certificazione di sistema possedute (UNI 10881 / UNI 11034);
  • Implementazione di regolari Piani di formazione e aggiornamento professionale degli operatori previa indagine di rilevazione dei bisogni formativi.

Tutte le Cooperative consorziate condividono gli standard sopra riportati partecipando attivamente alla loro implementazione, valutazione e miglioramento.

In virtù della funzione di general contractor e del rapporto giuridico e fiduciario vigente tra Consorzio e Cooperative, a queste ultime è affidata la gestione operativa dei servizi. Il modello organizzativo si struttura lungo la suddivisione del lavoro (distribuzione e assegnazione degli incarichi e delle Responsabilità) e sul coordinamento che, a partire dal vertice strategico del Consorzio (CDA) arriva, attraverso le Cooperative Sociali, fino ai ruoli operativi. Contestualizzando rispetto al servizio oggetto della procedura di gara, il Consorzio designa, quali imprese esecutrici, la Cooperativa Sociale Omnia di Tivoli responsabile dell’assunzione del personale, dell’implementazione del servizio in accordo alle prescrizioni del capitolato di gara, offerta tecnica presentata e linee operative indicate dall’Ente committente.


Non è stata trovata la sezione Portfolio di questa pagina!

Motivo: A questa pagina non è stata ancora assegnata nessuna categoria come Portfolio. Per risolvere il problema, vai alla pagina di opzioni del tema ed assegna una categoria a questa pagina.