Expo: dalla coop Omnia turismo sociale in un ex convento francescano alle porte di Roma

La struttura è a 2 km da Vicovaro (l’antica Varia) e a 30 km a est di Roma, sulla rupe di San Cosimato

mercoledì 20 maggio 2015

 

Il corpo centrale quadrangolare, sorto su resti di età romana che a loro volta parrebbero insistere su opere precedenti, è caratterizzato dal chiostro attorno cui ruota l’intera struttura.   Al pian terreno è stata allestita la reception, una sala congressuale di circa 40 posti a sedere, equipaggiata di strumenti multimediali, una sala da pranzo da 25 posti e una sala da pranzo da circa 100 posti, ricavata nell’antico refettorio francescano dove è ben visibile una tela del Rosati raffigurante l’ultima cena.

 

Al centro chiostro c’è un pozzo, simbolo, insieme ai cipressi, dell’Oasi francescana.

 

Expo: dalla coop Omnia  turismo sociale in un ex convento francescano alle porte di Roma
La struttura, ospitata in un ex complesso conventuale, sorge a 2 km da Vicovaro (l’antica Varia) e a 30 km ad est di Roma, sulla rupe o “greppo” di San Cosimato. Luca Natali è il presidente della cooperativa sociale Omnia a cui nove anni fa è stata affidata la gestione della struttura ricettiva. In questi giorni l’Oasi francescana è a Milano, ospite, con altre cooperative sociali laziali a Cascina Triulza, il padiglione della società civile e dell’economia sociale.

“Abbiamo accolto con piacere oltre che con interesse – spiega – l’opportunità che ci è stata offerta da Confcooperative di far conoscere al pubblico dell’Expo la nostra offerta di turismo sociale. In questi anni abbiamo cercato di mettere a punto servzi accessibili al maggior numero di fruitori in un contesto che presenta peculiarità uniche”.

Il complesso dell’Oasi Francescana è in grado di ospitare famiglie, gruppi scout, gruppi di preghiera, pellegrini, studenti e portatori di handicap Inoltre è in grado di fornire spazi per la gestione di gruppi in formazione organizzazione di seminari e convegni. La vicinanza con l’antica chiesa di San Cosimato rende l’Oasi adatta ad accogliere gli ospiti dopo la celebrazione di matrimoni, comunioni, battesimi. “I pacchetti turistici  – conclude Natali – prevedono sia la promozione del territorio, attraverso visite guidate nella Valle dell’Aniene, sia su Roma, grazie alla vicinanza e ai collegamenti (navetta compresa) con la Capitale.

Tra i servizi offerti dall’ex convento ci sono un ristorante ricavato nell’ex refettorio francescano, che offre diverse soluzioni per ogni tipo di evento. Agli ospiti, vengono offerti piatti della cucina regionale, arricchiti da prodotti tipici locali, ponendo molta attenzione alla “filiera corta”. In cucina, l’equilibrio dei prodotti e delle ricette rivisitate dal nostro chef, determina il nostro stile.

Il sottosuolo del convento ospita un’enoteca che offre un ambiente davvero suggestivo nel quale si armonizza la pietra con la sua storia, il legno e il suo calore ed il cristallo, con la sua purezza ed essenzialità. L’enoteca propone la degustazione di numerosi vini bianchi e rossi del territorio nazionale, sono infatti oltre 130 le etichette presenti nella carta dei vini!   Le mura che cingono il complesso, oltre a contenere la struttura, delimitano un parco di circa due ettari nel quale si trovano cipressi secolari, alberi da frutta, ulivi e prati. Nel periodo primaverile ed estivo diventa un luogo splendido per mangiare all’aperto.

logo-italiacooperativaCCI